Antonio Mazziotta

Oggi parliamo con Antonio Mazziotta. Intervista a cura di Alessandra Di Gregorio.

__

A: Scrivere. Perché?

Per il piacere di creare e condividere emozioni

A: Scrivere. Cosa?

Le storie di per se non hanno importanza, l’importante è che riescano a comunicare qualche cosa, che arrivino così come sono partite o quasi.

A: Tu come scrittore/scrittrice. Chi sei e come ti poni?

Difficile definirsi scrittori in questo momento dove si scrive di tutto e troppo, io ho desiderato raccontare una storia e , forse con molta semplicità, l’ ho fatto.

A: La penna per te corrisponde a…?

Un mezzo, una parentesi per sognare e far sognare, per prendersi cura di se

A: Come ti collocavi nei confronti della scrittura prima di pubblicare un libro, e come ti senti adesso, stando ufficialmente su questo palcoscenico che si reinventa di continuo?

La lettura, la scrittura, mi hanno da sempre affascinato: il mio rapporto con loro non è cambiato

A: Se dovessi usare tre aggettivi per definire il tuo stile ponendoti però a distanza da esso, ovvero come il lettore della situazione e non come l’autore del libro in questione, quali useresti e perché?

Per quanto distacco possa prendere nei confronti del libro non mi è possibile in nessun modo: apprezzo il giudizio dei lettori che spero sincero

A: Il tuo libro: riassumilo brevemente e spiega perché qualcuno dovrebbe scegliere di acquistarlo, leggerlo e poi riporlo con cura nella propria biblioteca personale.

Va da se che credo in quello che faccio e che ho fatto quindi consiglierei la lettura del testo, una buona storia a mio avviso. Difficile invece fare uno spot pubblicitario sul proprio prodotto, risulterebbe stucchevole e poco credibile.

A: Modelli, forme, criteri e scelte. Si parla molto di tecniche di scrittura creativa e di chi si dice pro o contro. Cosa ti guida, allora, da un punto di vista squisitamente tecnico, durante il flusso della scrittura?

Modelli, forme, criteri e tecniche di scrittura non dovrebbero preoccupare tanto un narratore, intento a trasmettere emozioni, ma i critici o chi per loro e sempre in maniera responsabile

A: Le occasioni. Cosa ti emoziona, cosa ti stimola il ricorso alla penna? L’uso che ne fai, è per metabolizzare esperienze biografiche – e per esperienza biografica s’intendono anche quelle concernenti l’anima o fatti derivati dalla propria immaginazione/fantasia spinta – o si pone come “sforzo” d’immaginazione per riempire fogli che altrimenti sarebbe un peccato lasciare vuoti? Vale a dire: scrittura d’occasione o scrittura per mestiere?

Il ricorso alla penna è per me una grandissima emozione, un momento di assoluta libertà creativa dove l ‘immaginazione diventa piacere, l’esperienza prende forma tangibile e la fantasia intesse naturalmente una trama : non è quindi scrittura d’occasione ne tanto meno di mestiere…purtroppo!

A: Post stesura finale. Metabolizzi in quali modi la fine della stesura di un’opera, ovvero: la lasci mai andar via, o ne resti schiacciato al punto che una critica, una osservazione su di essa, ti pungono fino a farti male? Qual è la tua sensibilità d’artista. Parlaci della tua esperienza diretta.

Prima di pubblicare una qualunque storia è d’obbligo una dolorosa riflessione, dalla quale deve emergere la consapevolezza che non è drammatico lasciare andare lontano – quindi in mani sconosciute – la storia narrata, ne tanto meno che una osservazione negativa su di essa possa in qualche modo ferirci o farci male, dal momento che si è deciso di esporre il fianco a critiche di ogni genere: come ad esempio ora, nel mio caso.

In chiusura desidero ringraziare Scritturainforma nella persona di Alessandra Di Gregorio, per avermi ospitato nel suo spazio Web e tutti i lettori. A presto. Grazie.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: