Uomini e amori gioie e dolori


Grazie a Damiano e alla Ibiskos per la cortesia.

recensione a cura di Alessandra Di Gregorio.

uomini-e-amori-gioie-e-dolori

Titolo: Uomini e amori gioie e dolori
Autore: Mazzotti Damiano
Editore: Ibiskos Editrice Risolo
Data di Pubblicazione: 2008
Collana: Minimal
ISBN: 8854604305
ISBN-13: 9788854604308
Pagine: 148

L’agile volume di Mazzotti è una sorta di manuale estemporaneo e svagato, che tratta di  messaggistica veloce e di cosa in particolare si scrivono gli utenti della telefonia mobile e in che modo si dicono le cose che poi spesso conservano o addirittura trascrivono. Lungi dal porsi come uno studio oggettivo o dal rivendicare alcun tipo di scienfiticità, si pone ai lettori con l’intento di veicolare un messaggio a metà tra il ludico e l’ingenuo, procedendo con la rivisitazione spesso ai limiti della stramberia – ma sempre con tocco naif, divertito e dinoccolato – di citazioni note e meno note di letterati e pensatori. Linguisticamente il testo non è sempre ineccepibile (e non ci riferiamo alla trascrizione degli sms presi così come sono stati inviati e ricevuti) e sovente si è portati, un po’ perdendosi nei meandri di una diaristica che, seppur divertente, può lasciare interdetto il lettore, a chiedersi l’utilità vera di quanto riportato. Lo scopo dell’Autore non è sempre chiaro perché il fil rouge è più labile di quello che si potrebbe pensare soffermandosi unicamente sulla presentazione del libro, nonostante l’estrema semplicità del dettato e la variegata presenza di chiarimenti. Vengono accavallate tematiche e concetti mai approfonditi come si vorrebbe – o dovrebbe – e il tono generale risente di una sorta di approssimazione che ci toglie molto del piacere che invece, per controparte, abbiamo provato dilettandoci con la lettura degli sms e le possibili intrepretazioni – in chiave di volta in volta diversa – che vengono date a questi “capitoli” di vita comune. L’Autore fa un preciso omaggio ad un mezzo espressivo nuovo e dinamico, con l’opinione – con cui ogni linguista e italianista può dirsi concorde – che l’utilizzo di tale mezzo – che si serve di un linguaggio settoriale in cui s’inframezzano tanto l’uso delle icone create con la combinazione di lettere e segni di punteggiatura, tanto l’uso di abbreviazioni codificate e quindi unanimemente riconosciute – non apporti danno alla lingua madre del paese che la pratica, ma stia solo ad evidenziare la strada che essa concretamente prende e le evoluzioni possibili, di una parte – tra le tante – della lingua da noi scritta e parlata.

Adg.

Annunci

One Trackback to “Uomini e amori gioie e dolori”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: