Il mio corpo in nove parti

recensione a cura di Alessandra Di Gregorio.

___

il mio corpo in nove parti

# Titolo: Il mio corpo in nove parti

# Autore: Federman Raymond

# Editore: La Lepre

# Data di Pubblicazione: 2008

# ISBN: 8896052009

# Pagine: 96

__

Il mio corpo in nove parti, di Raymond Federman, è la metafora perfetta dell’esistenza umana. Interi aneddoti e periodi di vita se ne vanno sulla scia della descrizione e del racconto di porzioni campionate del proprio corpo, in una lucida metafora che trasforma la corporeità in uno straordinario strumento di memoria – memoria fisica e concettuale –  e di scoperta – del proprio Io e del mondo. Un viaggio affascinante ed ironico, che ci conduce per mano sui contorni di una geografia umana elementare e sempre nuova, vissuta con un linguaggio colto e ilare al tempo stesso, smaliziato e moderno.

Sempre il corpo umano è stato preso a riferimento in letteratura, divenendo l’allegoria di sentimenti e idealismi di ogni sorta. Ne troviamo traccia particolarmente nel Medioevo, anche se l’esempio più grandioso è senza dubbio quello relativo al Gargantua e Pantagruel di Rabelais, in cui la parte “bassa” e vile del corpo, è presa a referente unico di una narrazione straordinaria e ricca. Qui la carne non assume caratteri vili. Il paesaggio umano è vissuto come un qualcosa di estremamente naturale e funzionale al racconto degli episodi vitali della propria stagione giovanile. Il connubio che Federman fa tra il suo proprio essere fisico e la sua interiorità è interessante al punto da indurci a soffermarci di fronte allo specchio per contarci rughe, capelli bianchi, segni dell’acne, cicatrici e altre “preziosità” che il tempo ci ha lasciato in dono – senza strane malinconie, senza rimuginare nulla ai giorni che scorrono lesti su di un calendario noioso in apparenza. Federman personifica le sue porzioni fisiche, ne parla in termini rispettosi, non sempre entusiastici ma comunque molto generosi; ha pudore pur però strizzando l’occhio al sottinteso, dà gran valore a ciò che lo caratterizza, racconta tutto con spiccato buonumore, assurgendo egli stesso a metafora esistenziale. Il suo un linguaggio colloquiale, poco colorito ma trasparente, intelligente e gustoso.

Alessandra Di Gregorio.

Annunci

One Trackback to “Il mio corpo in nove parti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: