Bando primo concorso di poesia “Castello e borgo murato di Moneta”

In quest’articolo troverete il bando e la liberatoria in formato word da scaricare per partecipare al concorso di poesia Castello e borgo murato di Moneta.

1° concorso di poesia “Castello e borgo murato di Moneta”, organizzato dal Circolo Arci “Spazio Uno”, con il patrocinio del comune di Carrara, e in collaborazione con “RUPE MUTEVOLE Edizioni”.


Spedire gli elaborati entro e non oltre il 31/03/2010

.

In palio:

.

- al primo classificato la pubblicazione gratuita di un volume di poesie, con regolare contratto editoriale con la c. editrice Rupe Mutevole Edizione.

- al secondo classificato la scultura realizzata da un artista del posto.

- al terzo classificato in omaggio un box di libri messi a disposizione da Scrittura Informa.

Bando Concorso

Liberatoria concorso

About these ads

2 Responses to “Bando primo concorso di poesia “Castello e borgo murato di Moneta””

  1. 1° concorso di poesia “Castello e borgo murato di Moneta”
    organizzato dal Circolo Arci “Spazio Uno”
    con il patrocinio del comune di Carrara
    in collaborazione con “RUPE MUTEVOLE Edizioni”

    Risultato finale dopo il reading del 21 maggio 2010:

    1° classificato
    Arbeit macht frei di Stefano Peressini
    Vince un regolare contratto editoriale con la casa editrice “RUPE MUTEVOLE Edizioni”

    2° classificato
    LA MIA SIGNORA Andrea Pieraccini
    Vince una scultura in marmo offerta dallo scultore Marco Ambrosini http://www.ambrosiniscultura.com/

    3° classificato
    Mamma di UMBERTO TOMMASIELLO
    Vince una scatola omaggio contenente libri offerti dalla Dott.ssa Alessandra Di Gregorio ideatrice e redattrice della rubrica Scrittura Informa che si occupa di recensioni libri di letteratura e saggistica (https://scritturainforma.wordpress.com/)

    Per l’edizione 2011:
    si ricorda che per la prossima edizione il poeta vincitore, Stefano Peressini, non potrà partecipare al concorso. La serata di reading finale con voto del pubblico verrà inaugurata con la lettura della poesia vincitrice dell’edizione precedente: Arbeit macht frei di Stefano Peressini dalla voce dello stesso poeta.
    Il poeta vincitore per l’anno di esclusione verrà inserito nella giuria per la selezione dei poeti finalisti. A fine edizione verrà sostituito dal vincitore della nuova edizione per la successiva e potrà ripartecipare al concorso per l’edizione successiva.

    http://www.spazio1.net/
    Consuelo Baratta
    Andrea Renaldi

    Vogliamo ringraziare tutti quelli che hanno creduto in questo concorso e ci hanno appoggiato nell’organizzazione. Ringraziamo la giuria soprattutto Alessandra Di Gregorio e Marco Ambrosini per aver offerto il terzo e secondo premio,i appoggiandoci e apprezzando la nostra idea. Un saluto speciale all’amica Liù Bosisio! Un abbraccio a tutti i poeti, selezionati e non, siamo rimasti molto felici di vederli arrivare quasi tutti a leggere la loro poesia in particolar modo i poeti che sono venuti da lontano. Un ringraziamento speciale al pubblico, attento e preciso fino alla fine.

    Poesie vincitrici:

    ARBEIT MACHT FREI di Stefano Peressini

    Sul treno per il nulla
    si sale in fila indiana:
    si va con i rimpianti,
    vestiti di parole.
    Col bianco e nero di una foto
    che ingiallisce e sta svanendo,
    coi ricordi intrappolati
    dentro scarpe troppo strette.

    D’un tratto ci si accorge
    che la vita tutta è lì alle spalle,
    come refolo di vento
    che già scuote foglia altrove.
    Come onda usurata
    a consumar madreperla,
    che ora stanca s’acquieta
    in un pulsare sommesso.

    Le ore rimaste
    sono spaiate e distanti,
    corrose dal tempo
    che striscia ed arranca,
    calcando sentieri in faticosa salita,
    che non scorgi paesaggi:
    solo lacrime nere d’acciaio,
    sopra storte muraglie.

    Arriva sempre più lento il respiro
    da dentro un corpo di fango,
    un ansimare ammalato
    di linfa rinsecchita.
    Non sembra abbastanza credere e sperare,
    se non c’è rima nel cuore e tutto si aggroviglia
    in pensieri disuniti e contorti,
    in viluppi di fiato polveroso.

    L’attimo acerbo di luce bambina
    non basta a colorare
    il giorno più scuro
    che voce non trova in un’eco stonata.
    Tutto è ormai certo e deciso:
    che la vita ci lasci andare,
    ci scaraventi a riva come rami sfrondati,
    come anime uccise, avvelenate nel pianto.

    Il guscio di terra
    di un pugno serrato
    imprigiona quel battito
    che cerca ancora la strada.
    La bruma grigiastra
    sciacqua via tutto quanto:
    giustizia, dolore e il nome di un campo.
    Il ferro rimane, a marchiare beffardo.

    LA MIA SIGNORA di Andrea Pieraccini

    Io sono l’insicurezza
    E vivo dentro di te
    Sono un’ingorda signora
    Che si ciba dei tuoi scrupoli
    E delle tue debolezze

    Le tue paure sono i miei mastini
    E cacceranno le tue voglie
    I tuoi dubbi sono i miei servi
    E turberanno le tue convinzioni

    Io sono l’insicurezza
    E sono dentro di te
    Un morbo forte e odiato da tutti
    E come morbo mi nutro della tua fragilità

    Non tentare di distruggermi
    Neanche il più forte lo può fare
    Certo puoi reprimermi
    Ma prima o poi ritornerò

    Io sono l’insicurezza
    E ho frugato dentro di te
    Togliendoti un motivo per vivere
    Rubandoti un motivo per morire

    Ti ho vestito di apatia
    E ti terrò per mano
    Finché odierai te stesso
    Fedele ti amerò

    MAMMA di Umberto Tommasiello

    Che dolce suono il tuo infinito.
    Quanta dolcezza conteneva il tuo abbraccio.
    Il tuo ricordo è nei piccoli baci
    che mi donavi.
    Io crescevo sotto il tuo sguardo attento.
    Ero un filo d’erba, un tenero germoglio,
    un sospiro che si piegava sulle rive della vita.
    Ora giungi silenziosa nei miei sogni,
    nel silenzio della notte
    mi parli di stelle e di comete
    dove tu riposi.

Trackback

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: