Posts tagged ‘Rupe Mutevole Edizioni’

10 febbraio 2011

Tu non sei bionda

recensione a cura di Alessandra Di Gregorio.

.

Titolo: Tu non sei bionda
Autore: Lupo77 Desta83
Editore: Rupe Mutevole
Collana: Echi da internet
Data di Pubblicazione: Gennaio 2011
ISBN: 886591033X
ISBN-13: 9788865910337
Pagine: 54
Reparto: Narrativa italiana

.

Sin dai primordi, in letteratura il sentimento per eccellenza è stato l’Amore. L’Amore analizzato, raccontato, urlato, pianto, sorriso, bestemmiato, rinnegato, vissuto, consumato, principiato, durato, finito… Una scelta poco casuale, se pensiamo che l’Amore, nella sua accezione più onnicomprensiva e totalizzante, è il motore del mondo; che si tratti del primo invaghimento che imporpora le guance di una vergine, del moto tempestoso che sconvolge l’anima in petto a un uomo, della compassione di una madre per il figlio morto in croce. Dante, per definire Dio, lo chiama, con una perifrasi: “l’Amor che move il sole e l’altre stelle”, e ciò dà ancora più senso e credito al fatto che in letteratura si trasfonde solo ciò che percuote profondamente il cuore delle civiltà, e il sentimento amoroso è senza dubbio una di queste cose.

read more »

Annunci
3 febbraio 2011

Tutto di te tranne il vento

recensione a cura di Alessandra Di Gregorio.

.

Titolo: Tutto di te tranne il vento
Autore: Scriboni Paolo
Editore: Rupe Mutevole
Collana: Trasfigurazioni
Data di Pubblicazione: Maggio 2010
ISBN: 8896418704
ISBN-13: 9788896418703
Pagine: 58
Reparto: Narrativa italiana

.

 

Tutto di te tranne il vento è il racconto di quando l’universo adulto incontra sui banchi di scuola quello adolescente, e cerca di capirlo e conoscerlo piuttosto che – al solito – schiacciarlo e ingabbiarlo. In altri termini conformarlo. Un prof che solo all’idea di esser chiamato ‘prof’ si mette a ridere e ha comunque tra le mani un ruolo importante. Investito a trentadue anni di una missione, per così dire (la supplenza per la cattedra di Storia in un liceo romano).

Paolo Scriboni non è nuovo a storie dal carattere mite ma significativo, e si cimenta, in Tutto di te tranne il vento, tra le altre cose, anche in una storia d’amore delicata e trasparente.

Come anche altrove, Egli vela, con la consueta eleganza, di profondo senso, passaggi dal tratto non spiccatamente letterario – né nelle intenzioni né nelle risultanze – in grado, però, di giungere dritte al Lettore senza mai risultare intrise di nostalgici patetismi e/o paternalismi.

read more »

1 febbraio 2011

Donne senza fede

recensione a cura di Alessandra Di Gregorio.

.

Titolo: Donne senza fede
Autore: Montanari Daniela
Editore: Rupe Mutevole
Collana: Visioni
Data di Pubblicazione: Agosto 2010
ISBN: 8896418909
ISBN-13: 9788896418901
Pagine: 80
Reparto: Narrativa italiana

.

Veniamo istruite così. Anche chi ha la mamma più evoluta, che lavora, che sceglie di non lavorare, che ama cucinare, che odia mettersi ai fornelli. Ognuna di noi sa che per non deludere la propria, dovrà cercare un uomo che le metta la fede. Ed è in questo modo, in genere, che una donna perde le occasioni migliori.

.

È questa la premessa apposta dall’Autrice a un agile volume di testi in prosa, all’interno del quale quattro storie formano altrettanti distinti capitoli in cui, neanche a dirlo, è l’universo femminile a delineare grandi e piccoli mondi.

read more »

31 gennaio 2011

Parole di fuoco – ardere, amare

recensione a cura di Alessandra Di Gregorio.

.
Titolo: Parole di fuoco. Ardere, amare
Autore: Montanari Daniela
Editore: Rupe Mutevole
Collana: Poesia
Data di Pubblicazione: Agosto 2010
ISBN: 8896418917
ISBN-13: 9788896418918
Pagine: 64
Reparto: Narrativa italiana

.

(estratto)

La nebbia

.

Non minaccia

ma cambia umore all’improvviso, acceca.

È come la rabbia.

Non è esuberante, non mette allegria, costringe,

eppure accoglie:

è come un prete.

Piuttosto si fa seria, sbuffa, e poi tace

e il frastuono del traffico

diviene un suono attutito.

Non è un’amica, somiglia di più a una parente

fa parte del tutto,

del luogo e soprattutto dei ricordi.

C’erano anni in cui grazie

al suo espandersi completo

gli amanti potevano abbracciarsi

a due passi da casa.

Diveniva una complice discreta

che avvolgeva

e custodiva:

segreti e sbornie, rabbia e desiderio

voglia di scappare e di restare.

Un miscuglio di caldo e freddo,

come una miscela di tanti caffè…

l’odore è forte,

ma rischi di non dormirci la notte.

Nelle campagne regnava sovrana,

le avvolgeva e divenne così ‘la bassa’

e nelle città era un po’ come un monumento,

veniva ammirata.

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: