Posts tagged ‘saggio specialistico’

11 maggio 2009

L’analisi della conversazione in chat

mail.google.com

L’analisi della conversazione in chat

L’uso di Internet ha rivoluzionato il modo di intendere la comunicazione e le possibilità linguistiche odierne in senso scritto e grafico. La virtualità ha un suo linguaggio specifico e numerosi studi che si occupano di analizzare in maniera pluridisciplinare, forme e contenuti dei colloqui degli internauti. L’analisi della conversazione in chat di Alessandra Di Gregorio, dottoressa in Lettere Moderne e consulente editoriale, punta proprio allo studio e al commento di veri spezzoni di conversazioni avvenute in chat. È un testo accademico specifico – afferente alla linguistica e alla sociologia – ma affronta un argomento di grande interesse per specialisti della comunicazione, utenti della Rete, giovani e appassionati fruitori della lingua in genere. Con l’ausilio e il commento di importanti studi di riferimento, appendici di emoticon e abbreviazioni tipiche del linguaggio dell’instant messaging, il saggio propone uno sguardo d’insieme rigoroso, appassionante e piacevolmente diretto.

L’autrice

Alessandra Di Gregorio (Cugnoli, 1983) è una giovane autrice che ha avuto a che fare con la scrittura precocemente. Ancora bambina compone le prime poesie, ma è con la prima età adulta che si approccia alla narrativa con convinzione, pubblicando racconti sul web e partecipando a concorsi letterari. Laureata con lode in Lettere Moderne presso l’Università D’Annunzio di Chieti, attualmente è collaboratrice freelance di diverse case editrici per cui svolge editing e consulenza editoriale. Cura inoltre uno spazio personale di divulgazione letteraria online recensendo testi della piccola e media editoria italiana.

Il libro: L’analisi della conversazione in chat

Collana: saggio

Editore: Il Ciliegio

Autrice: Alessandra di Gregorio

Caratteristiche: formato 15×21 , brossura copertina colori plastificata lucida

Pagine: 208 con illustrazioni b/n

Prezzo: euro 18,00

Isbn: 978-88-88996-16-5

_

DISTRIBUZIONE

I libri editi da Edizioni Il Ciliegio sono ordinabili sia online (Ibs, Webster, Macrolibrarsi, etc.) che nelle librerie di fiducia. I nostri libri si possono trovare nelle librerie convenzionate.

_

Siamo distribuiti in tutto il territorio Nazionale da:

EDIQ Distribuzione
Gerenzano VA
Tel. 02-9689323
Fax 02-9689323
Cell.347-4140016
e-mail: commerciale@ediq.eu
www.ediq.eu
www.ediq.it

CSA PROMODIS
Responsabile per la Distribuzione: ing. ML Ivone Tel/Fax 09621920155
Cell. 3201649299
Sito: www.csapromodis.it
E-mail: distribuzione@csapromodis.it

Siamo distribuiti in Lombardia e Canton Ticino da :

Cav. G. Russano di Russano Roberto
Via Tajani 10
20133 MILANO
Tel. +39 02 7380789
Fax +39 02 70107204
www.russanolibri.it
infolibri@russanolibri.it

20 dicembre 2008

La paura in Giappone Yokai e altri mostri giapponesi – Saggio

Mi arriva un libro a casa. Un saggio. Per la precisione una tesi.
L’autrice è Marta Berzieri e il suo saggio è molto interessante.

Così l’ho recensito su Bookland e ne troverete traccia anche qui.



recensione a cura di Alessandra Di Gregorio


la-paura-in-giappone

Titolo: La paura in Giappone, Yokai e altri mostri giapponesi
Autore: Berzieri Marta
Editore: Caravaggio Editore
Data di Pubblicazione: 2008
Collana: Dissertatio
ISBN: 8895437101
Pagine: 185



« La paura in Giappone è un testo importante, valido, apprezzabile. Un testo di assoluto pregio.

L’autrice è stata in Giappone per compilare questo studio affascinante sulle figure terrifiche giapponesi, molte delle quali tutti conosciamo attraverso i manga o le loro versioni televisive, dando alla luce un’opera stimolante e di facile lettura.

Ricco l’apparato delle note, con traduzioni dal giapponese, ricca anche la bibliografia di riferimento, ricche le ricerche fatte sul campo per documentare dove storia, leggenda, cultura, tradizione e fantasia hanno saputo dar vita ad una serie di mostri e fantasmi entrati a colorire l’immaginario nipponico collettivo. La Berzieri ci racconta anche cosa ne pensano le persone comuni circa Yokai e altre creature crepuscolari dal misterioso fascino e dai poteri soprannaturali, permettendoci di notare, attraverso l’estratto di vere interviste fatte a cittadini giapponesi, come ognuna di queste persone abbia un ricordo relativo ai mostri di cui lei ci informa.

Diverse sono le interpretazioni che si danno circa l’innata paura dell’uomo e il sospetto verso tutto ciò che è crepuscolare, ma lo studio della Berzieri ci aiuta a vedere da vicino, in una sorta di ragionata rassegna, quali e quante sono le creature più o meno temibili in questione, partorite dalla cultura nipponica e giunte sino a noi in rimpasti fumettistici e televisivi. Affascinante è notare come spesso queste creature siano un misto di tratti fisiognomici animaleschi e caratteristiche emotive umane e come alcune di loro si divertano a spaventare gli uomini mutando le proprie forme, rubando cose, o peggio ancora portando via bambini e facendo del male alle persone.

Antichissime leggende vengono dunque fatte rivivere in questo saggio in cui si evidenzia anche la profonda solitudine e inconsapevole ignoranza che rivive nell’antico bisogno di giustificare i mali cui non ci si può opporre con alcun tipo di forza, con la presenza terrena e dunque la personificazione di forze maligne che governano liberamente il mondo e gli esseri viventi. In un certo senso però, quanto più queste creature malefiche – alcune delle quali piuttosto “burlone” – si avvicineranno all’uomo, tanto più ne copieranno usi e costumi, fino a che qualcuno non le convertirà del tutto e grazie alla religione buddista e ai suoi santi precetti, riuscirà addirittura a farle reincarnare in creature migliori.

Aneddoti, cronaca, folklore, il libro della Berzieri traccia la verosimile storia di questi demoni e mostri, – alle volte disgustosi e ripugnanti, altre volte meno – scoprendone le tracce nell’arte, nella letteratura e nell’oralità giapponesi, testimoniando come e con quale facilità, credenza popolare, suggestione, spiacevoli fatti reali, incidenti, lutti e miti, si possano confondere per creare una commistione magica e orribile al tempo stesso. Consigliata vivamente la lettura.»


Adg.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: